Archivio blog

martedì 19 febbraio 2013

49•Giorno
18-02-13
Percorso: Pabellon de Pica - Pozo Almonte 141 km

Hola'
questa sera pensavo in tenda.... Invece hostel a Pozo Almonte! Mi avevano assicurato che all'incrocio con la ruta 5 c'era una posada... Invece niente...  Così ho fatto 6 km in direzione sud e a quel punto mi sono fermato lì! Il proprietario dell'hostel mi ha assicurato che nel percorso fino ad Arica troverò 3 posade, percorso duro, molto caldo e vento.... Felicissimo per le 3 posade, caricherò la bici al 60%, ottimo! Al ristorante altre conoscenze, altri incontri... Ma l'incontro in strada lo preferisco... Più spontaneo da parte di entrambi... molti si fermano e vogliono sapere....
Va bien, sto incominciando a vedere all'orizzonte la grande curva....prepariamoci a svoltare...
Buenas noches Amigos!

11 commenti:

Mirco ha detto...

Buongiorno Campione, se tutto va come da previsioni in due giorni sarai fuori dal Deserto. Non vengono segnalate sulla costa giornate di vento impetuoso quindi spero che quello che incontrerai (eventualmente) sia quello classico di risalita che quindi non dovrebbe essere impetuoso. Temperature stabili, ovviamente più alte rispetto alla costa ma non eccessivamente alte. Dai Maurino...e concedimi la battuta... superato il Desertto hai percorso un quarto del tuo viaggio...... Suerte amigos

sabina federigi ha detto...

6000Km da vero campione! le foto che ci hai mandato infatti ci fanno vivere i momenti che ci racconti! Comunque grazie al gps non ci perdiamo proprio niente di ciò che fai! dei tuoi movimenti delle tue soste! Viviamo con te tutta questa esperienza che con le "pillole della tua saggezza" così le chiamo prendono vita e danno un senso più profondo a tutto il tour e al messaggio che porti dal Sud al Nord del mondo. Grazie, chissà se noi saremo alla tua altezza,se riusciremo ad aiutare te e i bambini del mondo che ne hanno bisogno? A presto Sabina e famiglia

Giancarlo Maini ha detto...

Carissimo Mauro, venerdì 22 incontrerò gli amici ciclisti over 70 per illustrare il programma 2013Con la prevista gita al Ghisallo
la "stella" sarai tu e, per quello che hai già fatto e farai, sarà luminosa. Chiederò a tutti un applauso e voglio che sia così forte e convinto da farti vibrare le corde del cuore!Te lo dico alla bolognese: va mò là e ciapa sò! Giancarlo

Mirco ha detto...

Hola Maurino,vedo che tra poco arriverai alla prima Posada, ti auguro un buon ristoro. Dopo ho notato che comincia a cambiare l'aspetto morfologico del terreno...comincia a vedersi qualche pianta...piano piano il Deserto cede il passo...piano piano lo stai domando...Arica si avvicina

MARIA MASTAI ha detto...

buona serata ! Ormai sei quasi oltre il deserto è davvero super hai una fuerza che ci lascia sbalorditi . Bueno amigo continua cosi e fai bene ad esserti fermato perchè riposare fa sempre bene e ne avrai bisogno anche se forse ti piace di più la tenda . Ciao

Isalma Pighetti ha detto...

Mauro sie grande, grande, grandissimo!!! Ogni giorno sulla tua strada incontri persone di ogni nazionalità e comunque riesci a parlare con loro, anche non conoscendo la loro lingua...sei forte! Sei davvero un seminatore di speranza, come Gesù che passava sulla via...Sai quanto bene stai facendo? Buenas noches amigos italiano, da las toscanas!

Mirco ha detto...

Buongiorno Mauro, vedo che sei già in movimento. Lavelocità è bassa quindi o stai salendo o sei condizionato dal vento. Dal dettaglio direi che stai salendo e vedo che Arica oggi è alla tua portata. Buona pedalata, aspetto di vedere dal GPS quando sei fuori dal Deserto.

Mirco ha detto...

Dall'immagine GPS credo tu sia fermo ad una Posada (probabilmente l'ultima del Deserto) e starai rifocillandoti. Dovresti anche essere arrivato alla sommità della salita e adesso dovresti avere falsopiano e discesa fino ad Arica. Coraggio Campione che ormai il Deserto de Atacama è domato, ma scaramanticamente attendo Arica per aggiungere la quarta perla alla collana.

MARIA MASTAI ha detto...

spero che stia andando tutto bene sei davvero in gamba buon riposo per stanotte credo ancora nel deserto in tenda . Grazie per quello che fai da noi tutti che stiamo seguendoti . Riguardati !

Isalma Pighetti ha detto...

Bravissimo Mauro! Ben arrivato ad Arica...puntuale come un orologio svizzero...e anche questa volta sei stato eroico portando avanti la tua unica e strabiliante impresa...ti aspetta una invitante ed abbondante cena. Ti auguro un meritato riposo, attendo di leggere il tuo diario. Un abbraccione dall'Italia tutta, isole comprese...e non dimenticare la Valchiavenna!

Mirco ha detto...

Ben arrivato Mauro, anche il "Deserto de Atacama" è alle spalle, la quarta perla della collana è infilata. Incredibile, ci stai abituando a vedere imprese straordinarie quasi come cose normali. Hai già percorso 6.350 Km. ti sei lasciato alle spalle "Tierra del Fuego","Patagonia","Santiago del Cile" e "Deserto de Atacama" e domani, dopo pochi km. passerai il Confine lasciando il Cile ed iniziando la traversata del Perù. Prossima perla Lima (Capitale del Perù). Adesso cambiano molte cose, la più banale è il fuso orario, che dopo il Confine sarà addirittura di due ore in meno, il paesaggio rimarrà comunque abbastanza arido almeno fino a Lima, ma il percorso non avrà più pianure e falsopiani lunghissimi ma dovrai tribolare molto di più con salite, non lunghe ma comunque impegnative e numerose. Qui non ti dovrebbe mancare la compagnia, è una zona molto abitata a parte la deviazione verso l'interno tra Nazca e Ica, il resto sarà un percorso principalmente sulla costiera prima tra Camanà e Yauca poi tra Chincha Alta e la Capitale Lima. Quindi clima costiero con temperature gradevoli e vento che generalmente arriva da Sud-SudOvest. Unico sicuro problema è che a Lima mancano 1600 Km. e te li devi pedalare tutti. Ma del resto Maurino...siamo qui per questo. Un grande abbraccio ed ancora un complimento...SEI GRANDE MAURO...buon e meritato riposo, attenderò di leggerti per sentire come è andata nel tratto finale di Deserto.