Archivio blog

venerdì 22 febbraio 2013

53º Giorno 22/02/13 Tacna (Peru') Funerale della Mamma di Marta Graziani (Missionaria e Presidente dell'Associazione Internazionale Padre Kolbe). Uniti nella preghiera.

3 commenti:

MARIA MASTAI ha detto...

Mi accorgo che ieri ho fatto qualche errore di battitura . L'importante credo che sia essere uniti a marta nella preghiera . Spero che tu stia bene . Buona pedalata amigos !

Marta Graziani ha detto...

Sto guardando dalla finestra della "sua casa" dove la mamma ha vissuto molti anni. Sta nevicando intensamente. Tutto e' bianco, un panorama fantastico, quasi surreale... Silenzio, preghiera, pace! Si e' sempre un po' spiazzati di fronte al mistero della morte. Si vuole evitare di pensare perche' non si sa a che cosa pensare. Viaggiano solo i ricordi, tanti e poi tanti i momenti importanti, belli, significativi, perche' comunque ho avuto il grande dono di averla fino ai 90 anni "in grande forma"; emergono le gioie, le sofferenze ma il pensiero si ferma sempre e solo sul bene, sull'amore.
"Da sempre e per sempre si ama la madre che ci ha generato!"
E' questa la frase che, io insieme ai miei fratelli Italo e Giuliano, abbiamo voluto dedicarle!
Perche' una Vera Madre e' cosi': ama da sempre e per sempre i suoi figli. E i suoi figli non possono fare altro che ricambiare!
Grazie Mauro per esserti fermato in preghiera. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato fisicamente al funerale e a coloro che si sono fermati anche solo per un minuto in silenzio, in preghiera per essere in comunione con me, con la mia famiglia e con la mia cara mamma.
E' stato un grande segno di affetto e di amore verso tutte le Madri, ma anche un grande segno di fede e di amore, verso la Vergine Immacolata, Madre di Gesu' alla quale ora affidiamo piu' che mai la VITA di ciascuno di noi...e sara' sempre la Vita a vincere sulla morte!
Carissimo Mauro, grazie ancora. La forza piu' grande e' la fede; la fede e' frutto della preghiera; la preghiera e' comunione e affetto verso Dio e verso gli altri...e cio' che spinge e' solo l'Amore.
Avanti allora, nell'Amore che crede nell'impossibile! Un caro abbraccio e a presto. Marta

Mirco ha detto...

Grazie a te Marta, il primo saluto è per te ed il primo grazie è per le splendide parole che hai scritto. Te l'ho detto altre volte hai un dono di sintesi nel tuo scrivere che è speciale, con poche parole sai trasmettere fiumi di significati ed emozioni. Anche "lei" adesso è un Angelo che proteggerà il nostro Mauro e lo farà con amore.....l' amore....il filo conduttore di questo splendido viaggio.
Buongiorno a te Mauro, o meglio buon pomeriggio visto che da te sono circa le 16. Anche oggi stai facendo un'impresa, quando a mezzogiorno mi sono collegato ho visto che eri già partito e da te non erano ancora le 6 ed ho subito intuito che la tua meta era Moquegua, ci sei già molto vicino ed a fine giornata avrai macinato 200 Km. circa. Tra l'altro su un percorso ricco di salita, spero almeno che la pioggia non ti abbia fatto visita. Le previsioni per i prossimi due/tre giorni non sono buonissime, minacciano temporali specialmente pomeridiani. Nei prossimi giorni salirai ancora fino ai 1200 mt. di Vitor per poi ridiscendere sulla costa del Pacifico a Camana. I percorsi sono particolarmente impegnativi e ricchi di salita, sono i primi contrafforti delle Ande Peruviane e sono caratterizzati da un paesaggio quasi desertico che poi improvvisamente si trasforma in oasi di verde dove sorgono i centri abitati. Ho visto che le discese ti portano ad alte velocità, mi raccomando...prudenza...specialmente se c'è vento o se incontri asfalto bagnato dalla pioggia e comunque, vista la conformazione del terreno, ci sarà sempre sabbia sull'asfalto e tutti e due sappiamo bene com' è "duro" l'asfalto. Si lo so Mauro, la discesa è inebriante, specialmente dopo una salita faticosa, ma il nostro obiettivo è Prudhoe Bay e l'importante non è arrivarci prima...ma...arrivarci. Usa rapporti agili, mi raccomando, che da qui a Medellin della salita ce ne sarà tanta e "salvare la gamba" è fondamentale. Ieri mi ha chiamato l'amico Gianacarlo e mi ha invitato ad unirmi al suo gruppo (gli Over 70 che ben conosci) quando saliranno alla Madonna del Ghisallo (protettrice dei ciclisti) per lasciare la tua maglia nel museo dei ciclisti. E' stata una piacevole sorpresa e per me sarà un onore renderti un servigio così prezioso.
Buon riposo Campione, a domani.