Archivio blog

martedì 26 marzo 2013

84°Giorno 25-03-13 Percorso: Remolino - Rosas 124 KM Hola', le Ande a volte sono come come la Patagonia... 10 km possono diventare un'eternita'... E' dura ragazzi, ma poi dopo sono qui a scrivere, poi vado a mangiare e dimentico! Oggi caldissimo e nel finale dove ho dato tutto per non arrivare tardi, ma sempre di notte sono arrivato, salendo e' rinfrescato, meno male... Altra foratura, altro incontro con un ciclo viaggiatore Francese dal Canada ad Ushuaia...Altro paese dove il tempo e' fermo agli anni 50 Italiani, altro albergo che dall'esterno sembra buono... poi non c'e' l'acqua, ti portano un secchio... Altro, altro... E tutto va'... Vado a mangiare, perche' l'incertezza in questi paesini regna... L'altra sera a Tangua alle ore 20:00 stavano chiudendo tutti... Hasta luego!

3 commenti:

Mirco ha detto...

Ciao Mauro, e meno male che un tetto per dormire lo trovi, in paesi così poveri ti trovi sbalzato indietro di sessant'anni rispetto all'Italia, diciamo anteguerra. Ti raccomando la massima attenzione. Spero che le indicazioni che ti sto dando siano corrette e ti siano preziose. Che le Ande sono dure lo sapevamo già, certo che pedalarle di persona...è tutta un'altra musica. Avanti Mauro, con la grinta e determinazione che ti contraddistinguono, il film continua ed il titolo è "l'amore crede nell'impossibile". Veniamo alla tappa di oggi, se segui le mie indicazioni oggi pedalerai da Rosas a Santander de Quilichao (125 Km.). Parti in discesa per 10 Km. poi sali per 10-12 Km. abbastanza impegnativi con tratti al 10 ed al 15% quindi scendi nuovamente per 5 Km. Dopo 10-12 Km. di sali scendi transiti da Popayan. Poi fino all' 80° Km. trovi delle salitelle e delle discese brevi. A questo punto cominci una discesa di 40 Km. con qualche breve salitella, che ti porterà dai 2000 mt. a circa 1000 mt. Ancora una breve salita e poi picchiata su Santander. Percorrerai un dislivello in salita di oltre 1900 mt. ed una in discesa di circa 2500 mt. E' una giornata abbastanza impegnativa. Il meteo prevede giornata nuvolosa ma con rischio di pioggia al 10%, temperature al massimo sui 22°. Ti ricordo, con questi percorsi, di alimentarti bene ed in continuazione per evitare crisi che in salita sarebbero toste.
Buona pedalata amico mio.

Isalma Pighetti ha detto...

Ciao Mauro, davvero dura è questa porzione di America Latina (le ANDE) per paragonarcela alla Patagonia…Ma noi tutti SIAMO CON TE: nella fatica per affrontare una dura e lunga salita, con te in cime alla vetta orgogliosi per averla conquistata, con te a gioire prima di una dolce discesa, con te quando la sera stanco cerchi l'albergo, con te quando fatichi a trovare un pasto caldo per la cena perchè magari è già tardi... Mauro, sei una roccia! Vai sulla tua strada, senza paura, con la sicurezza che il Buon Dio e l'Immacolata vegliano su di te e seguono i tuoi passi...ops!...le tue pedalate!!! Alla prossima tappa.

sabina federigi ha detto...

Caro Mauro, questa estrema poverta ci fa tanto pensare in tutti i sensi! Tu hai avuto il coraggio di provare tutto per questa missione, la sofferenza nel pedalare, la difficolta nella "malattia", l'audacia nel dormire in tenda nonostante le intemperie,la caparbietà di continuare nonostante tutto,la forza di dormire o mangiare in posti "disperati" ma umili e di buona accoglienza, ma noi saremmo stati capaci di fare solo qualche kilometro in quelle condizioni? Mi fa paura ed ho i brividi a volte per cercare una risposta e vedo in te una grande speranza! Grazie Mauro per tutto ciò che provi e per ciò che stai dando di positivo a tutti noi! un abbraccio Sabina e famiglia. Che il Signore ti protegga sempre