Archivio blog

giovedì 18 aprile 2013

107•Giorno
17-04-13
Percorso: Santa Lucia Cotzulmalguapa - Pajapita 152 km

Holà,
12 km e vamos in Messico.... E sarà lungo.... Sono in un buon hotel dove il proprietario con i suoi amici, mi hanno invitato al loro tavolo....Gratuità che si rinnova ogni giorno... Appena arrivato in questo paese di frontiera ho ricevuto la notizia che domani ci sarà il tanto atteso incontro.... E il pacco! Bene così. Percorso impegnativo, ma è il caldo il  vero percorso impegnativo, e vedendo le previsioni in Messico, aumenterà....
Domani tappa breve e attesa....
Ciao Vamos!


3 commenti:

Mirco ha detto...

Ciao Mauro, sono contento che finalmente ci sarà "L'INCONTRO". Hai ragione il caldo sarà, per il prossimo mese, il tuo grande nemico, temo che arriverai a rimpiangere "quello là". Stiamo già lavorando sulle tappe del Mexico e presto ti manderò informazioni. Ti posso comunque anticipare che nei primi 250 Km, per intenderci fino ad Arriaga, il percorso è molto "nervoso", con tantissimi sali-scendi che, pur non portandoti mai a quote superiori ai 100 mt. in questi 250 Km. danno un dislivello complessivo di circa 1900 mt. quindi sono percorsi da prendere con calma, aggiungici che viaggerai costantemente tra i 32-36° e ti sei già fatto uno specchio delle tue giornate. Ti stresso con qualche consiglio, bevi spesso e mai in grandi quantità, mangia molta frutta e verdura, non esagerare con la carne (evita il pesce se non in ristoranti fidati), e, se ci riesci metti in ogni giornata un piatto di pasta o riso. Ricordati che col caldo devi tenere il "motore" il più possibile a basso regime senza fare "fuori giri". Credo che dinventerà fondamentale partire molto presto al mattino e fermarsi attorno alle 13 per poi eventualmente (nelle tappe più lunghe) ripartire verso le 18 e pedalare ancora 2/3 ore. Se puoi aggiungi alla tua alimentazione i sali minerali che sono indispensabili per combattere il caldo, tipo Ergovis o Polase che troverai nelle Farmacie. Adesso comunque pensa solo all' incontro con Marta, alle pedalate ci penseremo dopo. Sei praticamente a metà percorso e questo deve essere per te, oltre che motivo di orgoglio, la molla che ti fa guardare avanti con la meta che, pur lontana, inesorabilmente, giorno per giorno, si avvicina.
Un abbraccio amico mio.

MARIA MASTAI ha detto...

Sono contenta che hai pouto incontrare marta e ritirare il tuo pacco tanto importante .Riguardati e fai come ti consiglia Mirco se incontrerai temperature così alte e saliscendi . Sei ormai a metà grandioso ! Sei davvero una persona speciale . hasta luego e spero che quello là faccia il bravo . Ciaoo !

Giancarlo Maini ha detto...

Caro Mauro, dal punto di vista ciclistico il tuo angelo custode è,senza discussione,Mirco. Io vorrei essere per te come un secondo padre che va orgoglioso di avere un figlio così: bravo e buono. E non mi riferisco solo alla bici e al tuo viaggio, ma anche alla tua capacità naturale di trasmettere amore e gioia di vivere.Forza figliolo, vai avanti così che vai bene e FAI DEL BENE!
Giancarlo